<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=366101480444551&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Gli Approfondimenti di ExpoNetwork

Una iniziativa di

GRS srl

 

Iscriviti agli Approfondimenti:

17-mar-2019 8.52.59 | by Elisa Giachelle | 0 Comments

8 tendenze del marketing da considerare nel 2019

Nel 2019 non si può più parlare di marketing digitale: il marketing è digitale. Non si può ignorare che oramai la maggior parte degli strumenti di marketing utilizzano piattaforme digitali, ed il marketing digitale ha di fatto superato il marketing "tradizionale". I tempi sono cambiati, e mentre il bisogno di marketing è ancora essenziale, dove quel marketing è più efficace è cambiato molto.

Se vuoi andare dove sono le persone, devi essere attivo online. 

I social media, i contenuti in streaming e la facilità di creare o consumare contenuti digitali hanno reso Internet il posto ideale. Quindi, se vuoi raggiungere i tuoi clienti online, come dovresti farlo? In questo articolo, esploriamo le principali tendenze.

 

1. Facebook per gli adulti

Facebook è attualmente la piattaforma di social media n. 1 al mondo, con 2,121 milioni di utenti al mese. Notizia invece negativa è che il pubblico pubblicitario di Facebook ha perso 10 milioni di utenti dai 13 ai 17 anni negli ultimi 3 mesi del 2018, anche se ha compensato questa perdita con un guadagno equivalente nel numero di utenti sopra i 55 anni. Facebook si afferma quindi sempre di più come piattaforma indirizzata principalmente ad un pubblico adulto. 

 

2. Instagram è un successo con giovani

Fortunatamente per Facebook, la loro più grande minaccia non è affatto una minaccia da quando hanno acquistato Instagram. La piattaforma di social media basata su immagini e video è ottimizzata per consentire agli utenti di condividere facilmente foto e video dal proprio telefono, che ora è il dispositivo informatico più

Leggi

30-gen-2019 9.30.06 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

AI e Fiere: come utilizzare l'Intelligenza Artificiale per migliorare il Customer Journey

Quali sono i modi in cui l'intelligenza artificiale può contribuire all'innovazione delle fiere?

Con l’idea di provare a delineare in modo strutturato un pensiero che sia il più possibile utile agli organizzatori fieristici, di seguito sono riportate alcuni suggerimenti ed alcuni esempi di idee innovative nate dall'uso dell’intelligenza delle macchine, che si potranno innestare anche nella Exhibition Industry, con l’idea che siano un elemento di ispirazione ed evoluzione, per la trasformazione digitale delle fiere e il modo in cui vengono condotti gli affari tra espositori e visitatori.

L'intelligenza artificiale sembra aver riacceso il nostro pensiero creativo verso la centralità del cliente e il modo in cui possiamo implementare ulteriormente il Customer Journey e l'esperienza complessiva dei nostri visitatori ed espositori.

Attraverso la massimizzazione e l'implementazione di strumenti digitali, l'efficacia, la produttività, l'interazione e il rendimento per i partecipanti, così come l'organizzatore, possono superare le attuali aspettative.

L'integrazione e l'uso di strumenti digitali per migliorare l'esperienza del cliente nei confronti di fiere non solo eleva la qualità degli eventi, ma promuove anche il vantaggio competitivo del rapporto consumatore-fornitore, estendendo modi più intelligenti e più creativi per competere contro un insieme soffuso di concorrenti che spesso si mobilitano per gli stessi potenziali clienti… ma a cui manca l’elemento di “aderenza” online-offline che oggi rappresenta il più importante vantaggio competitivo di ogni exhibition.

Leggi

21-gen-2019 9.44.00 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

Customer Journey: La relazione con gli espositori nell’era del digitale

Gli organizzatori fieristici devono ricorrere alla digitalizzazione per risolvere i problemi degli espositori e risparmiare tempo e risorse utili a concentrarsi sugli elementi chiave per la creazione di valore.

Il fenomeno della digitalizzazione ha ormai raggiunto una portata globale, diventando un elemento imprescindibile nella definizione di strategie di business all’interno di ogni settore.

Particolarmente significativo, se declinato correttamente, è il contributo che la digitalizzazione può portare al settore delle fiere, andando ad impattare positivamente sul conto economico dell’organizzatore e posizionando al centro della propria strategia il cliente espositore e le sue esigenze.

Una corretta analisi dei diversi step dell’exhibitor journey* è fondamentale nell’identificazione e definizione di una corretta strategia di digitalizzazione,

Leggi

16-gen-2019 9.46.01 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

Customer Journey Mapping come chiave strategica per l’evoluzione del rapporto Fiera-Cliente

Il percorso evolutivo del sistema fieristico prevede una nuova visione del rapporto con il cliente, inteso esso sia come Visitatore che come Espositore.

In particolare, l’insieme dei momenti che compongono la relazione tra organizzatore fieristico e cliente sono sempre di più online-offline e necessitano un approccio integrato e multidisciplinare per massimizzare la grande opportunità che ha la fiera di cogliere importanti feedback durante tutto il “percorso” del cliente.

Per questo è necessario utilizzare la metodologia di Customer Journey Mapping in modo integrato e con una visione olistica sull’esperienza del cliente.

Leggi

28-nov-2018 6.17.20 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

Come allinearsi alle aspettative ed esigenze delle nuove generazioni di Visitatori ed Espositori

All’interno delle fiere si nota la presenza sempre maggiore di nuove generazioni di giovani, siano essi visitatori o manager di aziende espositrici. Sono cresciuti con una tecnologia avanzata e una nuova generazione per sua natura ha una mentalità diversa rispetto a quella precedente… e quindi aspettative ed esigenze diverse anche nei confronti del settore delle fiere.

 

Always on… line

Le generazioni Y e Z trascorrono gran parte del loro tempo con i loro smartphone e dispositivi mobili… niente di male, perché di conseguenza, sono davvero immersi di contenuti: blog, articoli, immagini, video... Con questo consumo eccessivo di contenuti, un sovraccarico di "informazioni" sembra inevitabile… ma dall’altra parte è anche il segreto del loro modo di apprendere e di conoscere più cose (… magari a volte in modo superficiale), e quindi porsi spesso le domande giuste.

L'affinità con la tecnologia mobile e il costante bisogno di essere online ha un'alta

Leggi

23-ott-2018 13.30.00 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

Quale evoluzione per il sistema fieristico?

Quando parliamo di modelli di business, siamo tutti consapevoli che l’intero sistema economico sta cambiando, ed in modo sempre più rapido e inesorabile il cambiamento passa attraverso la trasformazione digitale delle aziende.

Ogni struttura economica deve fondamentalmente cercare sempre di rimanere “fluida”. Questo elemento si basa non solo sui modelli economici, ma riprendendo la frase di Charles Darwin:

“non sopravvive la specie più intelligente o più forte, ma quella più capace di adattarsi al cambiamento”.

Partendo da questo presupposto, cerchiamo di capire cos'è il cambiamento e come esso debba per forza farci ripensare al modello di business delle fiere.

Alla base di tutto, come sempre ci sono i clienti.

I clienti sono cambiati: le loro aspettative, le loro esigenze ed i loro comportamenti stanno cambiando, e cambieranno ancora profondamente per effetto dell’innovazione tecnologica.

In generale nel settore fieristico molte realtà si stanno muovendo per “evolvere” lo status quo. Uno degli errori che personalmente credo aspetto “centrale” quando si parla di sistemi industriali è quello di porre al centro dei propri piani strategici il “perché” della propria attività.

Quello che considero uno degli elementi da rivedere in modo molto importante in ogni organizzatore fieristico, è legato al pensare che la “fiera” sia “uno scopo o peggio, un obiettivo nel target dei propri clienti”.

Questo elemento è determinante, perché le fiere devono ripensare il proprio ruolo: non devono più considerarsi un “obiettivo”, o uno scopo dei buyer, visitatori ed espositori, ma considerarsi essere uno “strumento”.

Questo cambiamento è “centrale”, perché significa anche “riposizionarsi” nella struttura industriale della nicchia di cui si è riferimento, con un ruolo probabilmente meno “elevato” di chi si sente l’obiettivo e lo scopo dei propri clienti (cosa che indubbiamente è stato per molti decenni), a quello di essere uno strumento (potenzialmente il migliore), affinché i propri clienti possano raggiungere i propri obiettivi. 

Leggi

17-set-2018 8.34.55 | by Redazione ExpoNework | 0 Comments

Digital & web best practice

Viviamo nell’Era Digital, i dati e le informazioni sono un veicolo costante di miglioramento e orientamento al mercato. Il grande valore delle nuove tecnologie digitali, con una nuova visione del web come “strumento”, porta le fiere a ripensare il proprio modello.

Nell’ambito dell’Expo Network Forum 2018 si è dato ampio spazio al tema del digital coinvolgendo due realtà del settore fieristico che hanno abbracciato il digital non solo come strumento di marketing, ma anche come mezzo di evoluzione del modello di business.

La prima esperienza è presentata da Vincent Aydin, Senior Digital Sales Manager presso Messe München Digital Solutions. Messe München, tramite la business division digital dedicata, si è posta l’ambizioso obiettivo di raggiungere il 5% dei ricavi attraverso prodotti digitali entro il 2021. Il punto di partenza è la constatazione che la fiera è uno strumento potente i cui punti di forza possono essere prolungati nel tempo e potenziati con gli strumenti che il mondo digitale mette a disposizione.

Leggi

4-apr-2018 10.31.08 | by Redazione ExpoNework | 0 Comments

Come rendere la fiera più digital

La trasformazione digitale è sulla bocca di tutti. Con la crescente importanza dei media online e dei social media, le aziende devono trovare il coraggio di fare un passo avanti. Ma cosa significa in termini concreti per una società fieristica? Quali misure possono essere prese oggi per digitalizzare una fiera?

 

Promuovere efficacemente le fiere b2b con i media digitali

Di norma, si può dire che l'intera customer journey di un visitatore fieristico può essere accompagnata e migliorata dalla digitalizzazione in tutto il suo percorso: dal primo contatto alla partecipazione reale all'evento.

Prima della fiera, la pubblicità è certamente lo strumento più importante per attirare l'attenzione di clienti esistenti e potenziali. Qui, i social media dovrebbero svolgere un ruolo fondamentale nella comunicazione fieristica. Attraverso social media come Facebook, Xing, ecc. gli annunci pubblicitari possono essere indirizzati a un target desiderato, determinato attraverso l'uso di filtri speciali. Anche la creazione di forum per lo scambio di informazioni su tendenze e innovazioni può essere un valido strumento per comunicare sui social ed attrarre il target di riferimento.

Prima di una fiera, gruppi di utenti finali, espositori, e blogger del settore, dovrebbero essere attivamente coinvolti attraverso una campagna di social media marketing.

 

Conversione e registrazione forniscono dati preziosi

Quando un utente interessato si registra per visitare la fiera, vuol dire che attraverso la comunicazione social è avvenuta la "conversione". Misure come il social login facilitano e velocizzano significativamente il processo di registrazione per il visitatore. I dati ottenuti, che dovrebbero essere integrati con domande strutturali facoltative durante la registrazione, costituiscono una base importante per l'organizzatore della fiera. Le informazioni demografiche ottenute in questo modo rappresentano una base preziosa per ulteriori misure di comunicazione come gli invii di posta elettronica, poiché un buon pool di dati dovrebbe anche portare a un targeting personalizzato.

Inoltre, l'accesso ai social media può essere integrato con uno strumento di social marketing: i visitatori che hanno effettuato l'accesso tramite la piattaforma social

Leggi

21-dic-2017 10.02.00 | by Enrico Gallorini | 1 Comment

Blockchain una grande opportunità per il mondo delle fiere

Il tema della blockchain è importante quanto complicato.
Il tempo di lettura di questo articolo è di 10 minuti. 
Per agevolare la lettura il post è stato suddiviso in 6 parti.

 

1. Prima Parte: Introduzione alla Blockchain e collegamento con il mondo delle fiere

Il mondo si prepara ad una nuova rivoluzione industriale, molto profonda e decisamente interessante se guardata con gli occhi di chi ha osservato la rivoluzione di “internet” negli anni ’90, e oggi può comprendere meglio come saper cavalcare nel modo giusto e nel momento giusto questa grande opportunità.

Pensiamo di essere nel 1995 e qualcuno inizia a parlare di “web”… più o meno è lo stesso momento, solo che ora si parla di Blockchain… siamo in una fase primordiale dove tutto è ancora da costruire ed immaginare, ma le basi sono incredibilmente solide e si possono ripensare nuovamente tutte le opportunità che negli anni hanno visto nascere realtà che oggi sono: 

Google, Amazon, eBay, ecc

O grandi realtà che hanno saputo rinventarsi diventando ancora più importanti: 
Apple, Oracle, Microsoft.

Quando si parla di Blockchain occorre mettere insieme elementi fondamentali per ogni business, ma che difficilmente si vedono collegati tra di loro.

Leggi

13-dic-2017 12.20.04 | by Enrico Gallorini | 0 Comments

Transform Europe – data, analytics and digital transformation in events

Il 6 dicembre si è tenuto a Londra l’evento organizzato da AMR International, denominato “Transform Europe”, dedicato esclusivamente a tutte le dinamiche legate all’analisi di dati ed al contesto digital del settore degli eventi ed in particolare delle fiere.

La giornata, estremamente ricca di interventi e contenuti ad elevato valore aggiunto, ha visto la partecipazione di circa 70 persone da tutto il mondo, in particolare C-level (top management) con una profonda predisposizione alla digital transformation.

Il convegno è iniziato con una profonda analisi che ha evidenziato come la “data analysis” non deve essere intesa come “costo”, ma come INVESTIMENTO, ossia come l’elemento basilare per il settore delle fiere per prendere delle decisioni.

Si è poi trattato di: 

  • GDPR General Data Protection Regulation
  • Strumenti per le relazioni “data-driven” durante tutto l’anno tra espositori e visitatori
  • Real-time event analytics
  • La sfida dei service provider
  • Innovazione di “Processo vs Modello”
  • Face recognition
  • Blockchain nel mondo delle fiere
Leggi